Ritratto dello Chef - Christophe Bacquié

Christophe Bacquié

Ricompensato con due stelle dalla Guida Michelin e con il titolo di Meilleur Ouvrier de France (Miglior Artigiano di Francia) nel 2004, Christophe Bacquié dirige il servizio ristorazione dell’hotel du Castellet e la cucina del Restaurant Christophe Bacquié dal 1° novembre 2009.

Nel corso della sua carriera, numerosi incontri hanno avuto un’importanza decisiva. Dopo l'Oasis a Mandelieu-La-Napoule con Stéphane Raimbault e Louis Outhier, personalità carismatiche e generose, intraprende varie esperienze professionali a Parigi, in particolare presso il ristorante Prunier (Parigi 16° arrondissement).

Ritrova quindi la regione in cui è cresciuto, la Corsica, dove lavora per 12 anni. Ottiene la 1a  stella “Michelin” nel 2002 e in seguito una seconda nel febbraio 2007. Nel 2008, riceve il Relais Gourmand Trophy e diventa “Grand Chef” della catena Relais & Châteaux.

Nel 2009, decide di lanciarsi in una nuova avventura e lascia la Corsica per la Provenza. Si mette ai comandi della cucina dell’Hôtel & Spa du Castellet e compie la notevole impresa di riconquistare due stelle Michelin nel 2010 per il ristorante Christophe Bacquié. La Direzione dell’Hôtel & Spa du Castellet gli affida inoltre la gestione totale del servizio ristorazione del polo Turismo, composto di due hotel (Hôtel & Spa du Castellet*****, Grand Prix Hotel***).

Comincia il 2011 con un nuovo progetto di bistrot per l’Hôtel & Spa du Castellet, « Le SanFelice » che si realizza nel maggio 2011.
Nel novembre 2011 il ristorante Christophe Bacquié entra a far parte del circolo delle Grandes Tables du Monde.

Uno staff, una famiglia

Lo Chef Christophe Bacquié si fa un punto d’onore di condividere la sua passione e le sue esperienze con tutto il suo staff.

Insieme a Fabien Ferré, lo chef in seconda e allo chef pasticciere Loïc Colliau, ama creare nuovi piatti ma anche formare i giovani apprendisti, come una grande famiglia.

Una vicinanza di tutti i giorni, rinforzata da anni di lavoro nello stesso staff. Oggi, una passione unica li unisce: l’amore per la cucina.